Andrea Zago Articoli

PAGELLE F1 GRAND PRIX MALESIA 2016

f1-2016-malesia-dom-34

Eravamo in Malesia! Eravamo a Sepang!

 

Diamo i Numeri!

 

DANIEL RICCIARDO (VOTO 10): quando succede qualcosa alla Mercedes lui e la sua Red Bull sono sempre pronti a cogliere l’occasione. Davvero un grande a tenere dietro il suo compagno di squadra Max Verstappen! Ci ha fatto davvero divertire.

 

MAX VERSTAPPEN (VOTO 9): il duello con il compagno di squadra è davvero splendido. Molto probabilmente perde la sua seconda vittoria in carriera a causa del motore rotto di Hamilton. Davvero molto interessante la strategia diversa che spariglia le carte in tavola del GP.

 

NICO ROSBERG (VOTO 9): con il contatto alla prima curva la sua domenica diventa davvero pessima. Il tedesco di casa Mercedes si rimbocca le maniche e porta a casa un terzo gradino del podio che sa davvero di Mondiale.

 

KIMI RAIKKONEN (VOTO 8): guida una Ferrari che non è da podio. Il week end era iniziato abbastanza bene, illudendo tutti i tifosi della Rossa. Lotta per il podio ma non basta, meno male che andiamo subito a Suzuka.

 

VALTERI BOTTAS (VOTO 7): porta a casa un risultato davvero buono per la Williams (che è davvero in crisi). Davvero poco altro da aggiungere.

 

FERNANDO ALONSO (VOTO 10): sfrutta ogni situazione che gli si palesa davanti (strategie e safety car). Nando è davvero aggressivo con il compagno di squadra e le due Force India. Prestate attenzione alla nuova power unit della Honda!

 

SEBASTIAN VETTEL (VOTO 3): il tedesco della Ferrari è in un costante crisi di “foga agonistica”. Vuole e deve sempre fare risultato. Seb deve rimettere al fresco le idee e il cervello e ripartire da zero, sotto ansia non si combina davvero nulla di buono.

 

Alla prossima!

Andrea Zago

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *