Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: SIVIGLIA – JUVENTUS 1-3

@foto di Quotidiano.net

A Siviglia va in scena la partita più emozionante della stagione bianconera, con la Juve che porta a casa tra mille difficoltà i 3 punti e la qualificazione agli ottavi di Champions.

La squadra di casa va subito in vantaggio con un tiro dal limite di Pareja, che taglia le gambe a una Juve che aveva iniziato tutto sommato bene la gara, cercando di controllarla dai primi minuti.

Una Juve apparsa quasi sotto shock non riesce a reagire e per buona parte il primo tempo viene praticamente dominato dal Siviglia, che però rimane in 10 per l’espulsione di un nervoso e ingenuo Vasquez.

Fino al momento in cui si è trovato il pareggio col rigore di Marchisio (al primo gol dopo l’infortunio) la Juve è parsa molto vogliosa di recuperare la partita, ma un po’ confusionaria nel costruire la manovra.

Nel secondo tempo il Siviglia cambia atteggiamento e punta sul chiudere tutti gli spazi centrali ai bianconeri, che non riescono a far fruttare il gioco sulle fasce di un 4-3-3 decisamente da rivedere.

La Juve sbaglia tantissimo e si innervosisce, con la partita che sembra scivolarle di mano lentamente, dando addirittura l’impressione di soffrire la superiorità numerica. Questo fino a quando Bonucci raccoglie una respinta della difesa andalusa e con un sinistro rasoterra buca Sergio Rico per il sorpasso.

Nonostante il vantaggio la Juve non riesce a gestire con ordine la gara concedendo potenziali situazioni pericolose al Siviglia che però non riesce a tirare mai in porta.

Chiude poi Mandzukic in contropiede nel finale fissando il punteggio sul 3-1.

Si possono fare due tipi di analisi su questa partita: dal punto di vista tecnico la prestazione degli uomini di Allegri non è sufficiente; il ritmo è stato troppo lento e macchinoso, con i soli Dani Alves e Cuadrado a provare giocate non banali. C’è tantissimo da migliorare perché la Champions a marzo sarà molto diversa e partite giocate in questo modo non basteranno per arrivare in fondo a questa competizione.

L’altro tipo di analisi che si può e si deve fare, però, è quella di tipo caratteriale, con una squadra che si presentava alla partita decisiva del girone senza Higuain, Dybala, Barzagli e Benatia, riuscendo a portare a casa un risultato fondamentale per il proseguo della stagione. Roba non da tutti insomma.

Vincere a Siviglia (dove quest’anno ci era riuscito solo il Barcellona) è sicuramente una gran cosa e riscatta il pareggio casalingo col Lione che aveva complicato la corsa al primo posto del girone.

Primo posto che ora va confermato nell’ultima partita in casa con la Dinamo Zagabria. Impresa decisamente più agevole di quella di stasera.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *