Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: SASSUOLO – JUVENTUS 1-3

@foto by Napolisport.net

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia Sassuolo e Juventus si sfidano per il “launch match” della 4°giornata del campionato di Serie A. I neroverdi vengono da una sconfitta in trasferta a Bergamo mentre i bianconeri sono chiamati a riscattarsi in fretta dopo il 3-0 subito a Barcellona.

Allegri si affida al 4-2-3-1 con Buffon in porta, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Pjanic e Matuidi a centrocampo, con il trio Cuadrado, Dybala e Mandzukic dietro a Higuain.

Il Sassuolo di Bucchi si schiera con un 3-5-2 con Consigli in porta, Letschert, Cannavaro e Acerbi in difesa, Lirola, Mazzitelli, Magnanelli, Sensi e Adjapong a centrocampo e il duo offensivo composto da Politano e Falcinelli.

La Juventus sin dalle primissime battute della partita mantiene il pallino del gioco; rispetto alle precedenti uscite il giropalla dei bianconeri è effettuato in posizione maggiormente avanzata e questo costringe il Sassuolo a stare rannicchiato negli ultimi trenta metri, con la squadra di Bucchi che soffre molto la situazione tattica. La prima conclusione verso la porta è di Pjanic, che sfrutta una bella combinazione tra Alex Sandro e Cuadrado per provare a battere Consigli che però si fa trovare pronto. Poco dopo è Higuain ad andare vicinissimo al gol con una girata al volo su cross di Alex Sandro, ma Consigli è ancora ottimo nel suo intervento. E’ solo il preludio al gol del vantaggio che arriva al minuto 16 con una meravigliosa conclusione di prima di Dybala che lascia impietrito Consigli per l’1-0 della Juve.

Come spesso accade dopo aver trovato il gol del vantaggio la Juve si abbassa un po’ troppo e allora c’è spazio anche per il Sassuolo con Falcinelli che, imbeccato da uno splendido filtrante di Sensi, si trova a tu per tu con Buffon ma non riesce a superarlo.

Il primo tempo si conclude col Sassuolo che prova a costruire qualche azione pericolosa ma non trova il modo di impensierire la retroguardia bianconera.

Il secondo tempo inizia con un nuovo arrembaggio della Juventus che da subito i suoi frutti: ancora Dybala riceve palla da Cuadrado al limite dell’area e con una conclusione in “stile calcetto” batte nuovamente Consigli per il 2-0.

Quando la partita sembra in ghiaccio però il Sassuolo trova il gol del 2-1 con Politano che batte Buffon da pochi metri sfruttando un bell’assist di Adjapong, lasciato solissimo da Lichtsteiner.

La Juve trova quasi subito il gol del 3-1 ancora con Dybala che sfrutta una punizione dal limite per fare tripletta.

La partita scorre poi fino al termine con i bianconeri in pieno controllo e il Sassuolo incapace di impensierire in avanti.

Una prestazione solida era quello che serviva alla squadra di Allegri e così è stato, con un Dybala in stato di grazia che ha subito zittito i detrattori che lo avevano accusato dopo la prestazione del Camp Nou, portandosi a casa il pallone. Ora subito la Fiorentina e poi il Derby, per un doppio impegno casalingo che può già dare qualche indicazione sullo stato attuale della squadra campione d’Italia.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *