Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: ROMA – JUVENTUS 3-1

@foto by Repubblica.it

Allo stadio Olimpico di Roma va in scena il primo match point Scudetto, con la Juventus che in caso di vittoria o pareggio può festeggiare il sesto e storico titolo consecutivo. La Roma a sua volta ha l’obbligo di vincere per effettuare il controsorpasso sul Napoli, vittorioso nel pomeriggio col Torino.

Allegri opta per un maxi turnover in vista della finale di Coppa Italia con la Lazio. Il tecnico livornese si affida a un 4-3-3 con Buffon in porta, Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah in difesa, Lemina, Pjanic e Sturaro a centrocampo e Cuadrado, Higuain, Mandzukic in attacco.

Spalletti risponde con il 4-2-3-1 con Szczesny in porta, Rudiger, Manolas, Fazio e Emerson in difesa, De Rossi e Paredes a centrocampo e il trio Salah, Nainggolan ed El Shaarawy dietro l’unica punta Perotti.

Il primo quarto d’ora è abbastanza equilibrato con giallorossi e bianconeri che tentano di prendere possesso del centrocampo e provano a impensierire le retroguardie avversarie senza scoprirsi troppo.

La prima occasionissima è per la Juventus: Asamoah che raccoglie una respinta corta della difesa giallorossa e dal limite dell’area colpisce il palo di sinistro.

Ci prova poi la Roma con una punizione di Paredes che cerca e trova De Rossi sul secondo palo, ma è bravissimo Bonucci nell’anticipo.

Arriva poco dopo il gol del vantaggio bianconero, con Sturaro che pesca in area Higuain con un bellissimo cross di destro a tagliare tutto il campo; l’argentino invece di tirare serve a centro area l’accorrente Lemina che deve solo appoggiare in rete.

Il pareggio della Roma è pressoché immediato: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Manolas colpisce indisturbato, Buffon respinge male e De Rossi riesce a ribadire in rete, al secondo tentativo.

Ci prova anche Higuain ma il primo tempo finisce in parità.

A inizio secondo tempo la Juve appare statica e molle nell’effettuare le giocate, e i giallorossi ne approfittano subito. Al 56’ infatti El Shaarawy approfitta di una marcatura generosa di Lichtsteiner e trova una conclusione a fil di palo che Buffon battezza fuori, ma che si infila in porta, dando il vantaggio alla squadra di Spalletti.

Meno di 10 minuti dopo arriva anche il colpo del ko, con la Roma che recupera il pallone su una brutta uscita della Juventus; Nainggolan triangola con Salah e infila Buffon per il definitivo 3-1.

Allegri prova a buttare nella mischia i titolari ma la partita è ormai compromessa.

La Roma vince dunque lo scontro diretto e si riporta al secondo posto a -4 dalla Juve e a +1 dal Napoli.

Gran bella partita della squadra di Spalletti, che cresce col passare dei minuti, soprattutto dal punto di vista della convinzione.

La Juventus “spreca” quindi la prima occasione per chiudere i conti sul discorso scudetto e di fatto finisce i bonus che aveva costruito nei mesi passati.

La gestione della rosa in vista degli ultimi e decisivi impegni stagionali ha consumato 4 degli 8 punti che la squadra di Allegri aveva accumulato nell’ultimo periodo.

Mercoledì c’è la finale di Coppa Italia con la Lazio, in cui chi si domanda se questa strategia è giusta avrà le prime risposte.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *