Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – TOTTENHAM 2-2

@foto by eurosport.com

Allo Juventus Stadium di Torino i bianconeri ospitano il Tottenham per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. La squadra di Allegri deve fare a meno di diverse pedine, così il tecnico livornese rispolvera il 4-2-3-1 con Buffon in porta, De Sciglio, Benatia, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Khedira e Pjanic a centrocampo col trio composto da Bernardeschi, Douglas Costa e Mandzukic dietro Higuain.

Pochettino risponde con il suo solito 4-2-3-1 con Lloris in porta, Aurier, Sanchez, Vertonghen e Davies in difesa, Dembelè e Dier a centrocampo con Eriksen, Alli e Lamela dietro Kane unica punta.

La Juventus parte fortissimo e in 10 minuti fa due gol con Higuain, prima su azione e poi su rigore.

I primi minuti della Juve sono da manuale del calcio, con gli inglesi colti completamente di sorpresa dal pressing altissimo e asfissiante dei bianconeri.

La partita però cambia presto copione, con i londinesi che prendono il sopravvento a centrocampo e schiacciano la Juve nella propria metà campo.

Al 35°, dopo una doppia parata di Buffon, Harry Kane accorcia le distanze.

Al 46° la Juve ottiene un altro rigore e ha l’occasione per portarsi sul 3-1, ma stavolta Higuain sbaglia e colpisce la traversa.

I londinesi attaccano anche per tutto il secondo tempo creando tante potenziali palle gol. La Juve è in enorme difficoltà nell’uscita dalla difesa, con tantissimi errori tecnici e un’inferiorità dal punto di vista fisico che spesso favorisce il recupero dei centrali del Tottenham.

Al 71° arriva il 2-2 con una punizione di Eriksen. Dopodichè la partita va verso il finale in maniera blanda con le due squadre preoccupate di non subire ulteriormente.

Un 2-2 in casa non è mai un buon risultato, considerando anche il fatto che il ritorno a Wembley sarà veramente ostico per la Juve. Una partita che si era messa nel migliore dei modi e che i bianconeri non hanno saputo gestire sia fisicamente che mentalmente.

Allegri ha provato delle contromosse ma lo ha fatto forse tardivamente, poichè a quel punto della partita la superiorità del Tottenham era ormai consolidata.

La nota positiva è che il ritorno, che si giocherà in Inghilterra il 7 marzo, dovrebbe consentire alla Juve di recuperare due uomini molto importanti come Matuidi e soprattutto Dybala.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *