Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – TORINO 1-1

@ foto by sport.leonardo.it

Allo Juventus Stadium di Torino si affrontano per il derby della mole i campioni d’Italia in carica e i granata, che chiudono così la settimana del ricordo delle vittime della tragedia di Superga.

Allegri opta per un maxi turnover, visti gli impegni ravvicinati per le semifinali di Champions League.

Si affida quindi al 4-2-3-1 con Neto in porta, Lichtsteiner, Bonucci, Benatia e Asamoah in difesa, Rincon e Khedira a centrocampo e il trio Cuadrado, Dybala e Sturaro dietro l’unica punta Mandzukic.

Mihajlovic risponde con un modulo a specchio, con Hart in porta, Zappacosta, Rossettini, Moretti e Molinaro in difesa, Acquah e Baselli a centrocampo e Iago Falque, Ljajic e Boyé dietro Belotti unica punta.

La partita appare subito vivacissima ed è la Juve che si rende maggiormente pericolosa sfruttando un pressing altissimo e aggressivo per il recupero palla in nella trequarti campo avversaria. La traversa di Benatia è l’occasione più clamorosa ma i bianconeri vanno vicini al vantaggio più volte, mentre il Torino cerca di sfruttare le ripartenze con un Iago Falque particolarmente in palla, e provando a innescare Belotti per finalizzare le azioni.

I bianconeri nel primo tempo vanno vicini al vantaggio con un tiro al volo dal limite di Sturaro e con un tocco di Mandzukic che si perde di poco sopra la traversa.

La più clamorosa palla gol però capita sui piedi di Dybala che sfrutta una bella combinazione di prima con il croato e poi calcia addosso ad Hart da pochi passi.

Il Toro nel primo tempo risponde con Belotti murato da un grande intervento di Bonucci e con Ljajic che prova un tiro a giro dal limite dell’area, che però finisce alto.

Nel secondo tempo, mentre l’inerzia della partita sembra sempre più dalla parte della Juventus, arriva il vantaggio del Toro, con una punizione spettacolare di Ljajic sul quale Neto non può far altro che stare fermo a guardare.

La Juve si riversa così nella metà campo granata, ma lo fa in un modo un po’ disordinato e così risulta abbastanza imprecisa in fase realizzativa: Bonucci e Khedira si divorano letteralmente il gol del pari.

Allegri ricorre all’artiglieria pesante buttando nella mischia Pjanic, Alex Sandro e Higuain.

E’ proprio il pipita, sfruttando un assist di Pjanic, che da fuori area al 92’ trova il gol del pareggio. Una beffa per i granata, che per il terzo derby di fila subiscono una rete nei minuti di recupero.

Complessivamente un risultato che starebbe persino stretto ai bianconeri, che in ogni caso fanno un altro passo in avanti verso la conquista del sesto scudetto consecutivo.

Basta un solo punto a Roma nella prossima giornata per chiudere i conti con due turni di anticipo.

Il turnover massiccio consente anche ad Allegri di poter giocare martedì sera col Monaco avendo fatto riposare almeno 6/11 della formazione che presumibilmente cercherà di portare la Juventus alla finalissima di Cardiff.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *