Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – SASSUOLO 7-0

@foto by ansa.it

All’Allianz Stadium di Torino la Juventus ospita il Sassuolo per la 23° giornata del campionato di Serie A.

Allegri è alle prese con una mini-emergenza e si affida al 4-3-3 con Buffon in porta, De Sciglio, Rugani, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Khedira, Pjanic e Matuidi a centrocampo e Bernardeschi, Higuain e Mandzukic in avanti.

Iachini risponde a specchio con Consigli in porta, Lirola, Lemos, Acerbi e Peluso in difesa, Missiroli, Magnanelli e Duncan a centrocampo e Berardi, Babacar e Politano in attacco.

La partita è senza storia fin dalle prime battute; la Juve fa girare a vuoto i tentativi di pressing alto del Sassuolo che non riesce poi a compattare i reparti quando i bianconeri saltano il primo pressing.

Il primo gol arriva però sul vero punto debole degli emiliani, cioè i calci da fermo. Sugli sviluppi di un corner al minuto 9, al termine di un batti e ribatti in stile flipper, Alex Sandro trova la zampata vincente per il vantaggio bianconero.

Al 24° ancora su corner Alex Sandro spizza di testa il pallone trovando Khedira che di piatto destro da due passi trova il raddoppio. Il Sassuolo è stordito da questo uno-due e dopo soli 3 minuti arriva anche il terzo gol: svarione difensivo clamoroso della difesa neroverde che in fase di impostazione perde il pallone, sbaglia i movimenti e lascia Khedira solo per la doppietta personale.

Nel finale di primo tempo arriva anche il quarto gol a opera di Pjanic che con un destro da fuori area non lascia scampo a Consigli.

Nella ripresa è Higuain show: tra il 63° e l’83° sigla una tripletta e porta il risultato su un altisonante 7-0.

Quando le partite finiscono in questa maniera è sempre difficile trovare degli spunti tattici e delle considerazioni sensate da fare: la Juve è bravissima nel comandare il gioco e non dare mai al Sassuolo l’opportunità di rientrare in partita.

La squadra di Iachini è troppo brutta per essere vera: sbaglia il tempo del pressing, non copre adeguatamente gli spazi ed è disattenta sui calci da fermo. Tutto quello che non si deve fare è stato fatto.

Ora per la Juve c’è la Fiorentina, che da il via a una 10 giorni di fuoco, primo passaggio decisivo per la stagione bianconera.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *