Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – SASSUOLO 2-1

@foto by calciomercato.com

All’Allianz Stadium la Juventus ospita il Sassuolo per la 4° giornata del campionato di Serie A, alla ripresa dopo la sosta nazionali.

Le formazioni

Allegri schiera i suoi con un 4-3-3 con Szczesny in porta, Cancelo, Bonucci, Benatia e Alex Sandro in difesa, Khedira, Emre Can e Matuidi a centrocampo, con Dybala, Mandzukic e Cristiano Ronaldo in attacco.

De Zerbi risponde a specchio con Consigli in porta, Lirola, Santos, Ferrari e Rogerio in difesa, Bourabia, Locatelli e Duncan a centrocampo e il Trio Berardi, Boateng e Djuricic in avanti.

Inizio neroverde

Il Sassuolo, reduce da un inizio di campionato entusiasmante, prova subito a prendere in mano il pallino del gioco, aggredendo la Juventus nel giro palla e provando a giocare molto in verticale su Boateng. Questo atteggiamento, senz’altro positivo, non trova però riscontro in occasioni da gol, così De Zerbi chiede di coprirsi ai suoi, per evitare contropiedi.

Partita bloccata

La Juventus prende campo e inizia a macinare azioni. Il primo tentativo è di Emre Can che prova da fuori col pallone che esce non di molto. La squadra bianconera controlla senza problemi il Sassuolo ma in fase offensiva crea poco a causa della lentezza di manovra e della difficoltà degli attaccanti nel trovare le connessioni corrette per finalizzare efficacemente.

Si sblocca CR7

Nella ripresa dopo poco meno di 5 minuti arriva il tanto atteso primo gol di Cristiano Ronaldo con la maglia bianconera: su corner dopo una carambola fortunosa sul palo causata da un intervento sciagurato di Ferrari, il numero 7 si trova il pallone a porta vuota e lo spinge dentro. Al minuto 65 la combinazione Douglas Costa-Emre Can consente al tedesco di mandare in porta Cristiano Ronaldo che fa il 2-0 e mette in ghiaccio la gara.

Controllo totale

La Juventus fa letteralmente quello che vuole con Cancelo, Douglas Costa e Cristiano Ronaldo sugli scudi; i bianconeri falliscono più volte il 3-0 e il Sassuolo riesce a rimanere comunque in partita.

5 minuti di follia

Tutto accade negli ultimi minuti della gara: Douglas Costa viene atterrato e provocato da Di Francesco. Il brasiliano inizia così la sua personale vendetta contro il neroverde che culmina, purtroppo, con uno sputo in faccia. Il gesto viene rilevato dal VAR e Douglas Costa viene espulso. Andrà incontro a una squalifica pesante. In tutto questo il Sassuolo trova il gol del 2-1 con Babacar e la Juve riesce a stento a chiudere in vantaggio una partita controllata fino a quel momento.

 

Juve unica squadra a punteggio pieno quando la Champions è alle porte: i bianconeri arrivano al meglio alla sfida col Valencia. Ci sarà da riflettere sul comportamento di Douglas Costa, che verrà sanzionato dalla società.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *