Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – SAMPDORIA 3-0

All’Allianz Stadium riprende la corsa della Juventus al settimo scudetto consecutivo, che si può avvicinare dopo il pari del Napoli a S.Siro col Milan.I bianconeri, che ricevono dal pubblico la giusta ovazione dopo la bellissima prova di Madrid, ospitano nel match delle 18 una Samp ancora in corsa per un posto in Europa League.

Le formazioni

Allegri opta per il 4-3-3 ed effettua un piccolo turnover. Giocano Buffon in porta, Howedes, Rugani, Chiellini e Asamoah in difesa, Khedira, Pjanic e Matuidi a centrocampo e Cuadrado, Mandzukic e Dybala in avanti.

Giampaolo risponde con un 4-3-1-2 schierando Viviano in porta, Sala, Silvestre, Ferrari e Regini in difesa, Barreto, Torreira e Praet a centrocampo con Ramirez trequartista dietro le punte Quagliarella e Zapata.

Ritmi compassati

La Juve crea subito un paio di occasioni nei primissimi minuti con Cuadrado e Mandzukic. Brava e fortunata la Samp a respingere gli attacchi. I ritmi imposti dai bianconeri, che tengono tantissimo il pallone tra i piedi, sono tuttavia abbastanza lenti e prevedibili. Gli uomini di allegri paiono intenzionati più a controllare le ripartenze doriane piuttosto che spingere sull’acceleratore per trovare il gol.

Intorno al ventunesimo Quagliarella impegna Buffon di testa, mentre qualche minuto dopo Mandzukic ha la doppia chance di portare in vantaggio la Juve.

Douglas spacca tutto

Il minuto 42 è quello che segna la svolta della partita: Pjanic accusa un dolore alla gamba e chiede il cambio. Allegri preferisce Douglas Costa a Bentancur e il brasiliano lo ripaga subito. Primo pallone toccato dal numero 11, cross per Mandzukic che al volo mette in rete e porta i bianconeri a riposo sull’1-0.

Nel secondo tempo la Juve si abbassa e aspetta la Samp, cercando di approfittare degli spazi che si creano a causa del baricentro molto alto tenuto dalla squadra di Giampaolo.

Al 60° ancora Douglas Costa inventa un assist meraviglioso per Howedes che di testa trova il primo gol in bianconero alla seconda presenza.

10 minuti dopo ancora Douglas Costa va via sulla destra a Regini e di esterno sinistro serve Khedira per il definitivo 3-0.

Samp per l’orgoglio

L’1-2-3 bianconero targato Douglas Costa stordisce pesantemente la Samp che comunque non rinuncia a giocare fino alla fine. Negli ultimi minuti crea due palle gol su cui Buffon prima controlla e poi salva tutto per il clean sheet bianconero.

 

Serviva una reazione e c’è stata: la Juve si porta a +6 sul Napoli e mette una seria ipoteca sullo scudetto che tra Crotone (mercoledì) e scontro diretto (domenica) potrebbe vedere la sentenza definitiva.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *