Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – REAL MADRID 0-3

All’Allianz Stadium di Torino la Juventus ospita il Real Madrid per l’andata dei quarti di finale di Champions League. I bianconeri vogliono riscattare Cardiff mentre i blancos puntano allo storico tris di tre coppe consecutive, mai riuscito a nessuno da quando esiste la Champions.

Le formazioni

Allegri punta sul 4-4-2 con Buffon in porta, De Sciglio, Barzagli, Chiellini e Asamoah in difesa, Douglas Costa, Khedira, Bentancur e Alex Sandro a centrocampo e il duo Dybala-Higuain davanti.

Zidane risponde con un 4-4-2 asimmetrico schierando Keylor Navas in porta, Carvajal, Varane, Sergio Ramos e Marcelo in difesa, Modric, Casemiro, Kroos e Isco a centrocampo con la coppia Benzema-Cristiano Ronaldo davanti.

Inizio Shock

Neanche il tempo di iniziare e il Real è già in vantaggio: Marcelo serve Isco sulla sinistra, pallone in mezzo e CR7 anticipa tutti con uno stupendo esterno destro mettendo la gara in salita per gli uomini di Allegri.

La Juve fatica tantissimo nelle prime fasi, con le merengues che palleggiano con facilità estrema approfittando della linea difensiva molto bassa degli avversari. Il Real non ha grosse palle gol ma controlla agevolmente la partita.

Reazione Juve

Col passare dei minuti i bianconeri acquistano fiducia e alzano il baricentro, sfidando il Real nella propria metà campo e creando qualche occasione da gol: le più clamorose capitano sul piede di Higuain (gran parata di Keylor Navas) e sulla testa di Chiellini (errore grave del numero 3 bianconero). Tra le due chance bianconere per trovare il pari, sugli sviluppi di un contropiede, Kroos centra la traversa.

Si va a riposo col Real in vantaggio ma con la Juve pienamente in partita.

Lo Show del Real

Quando nel secondo tempo la partita sembra in perfetto equilibrio, Ronaldo sconvolge tutto con un gol pazzesco, in rovesciata, sfruttando un errore gravissimo di comprensione tra Buffon e Chiellini. E’ di fatto la fine della partita, poichè da quel momento una serie di episodi fanno letteralmente crollare la Juve.

Prima Dybala, soli due minuti dopo il gol di CR7, riceve il secondo giallo e viene espulso, poi  Marcelo, al minuto 72, colpisce per la terza volta e porta il passivo sullo 0-3; infine Kovacic, subentrato a Modric, coglie la traversa al minuto 87, facendo finire l’agonia bianconera.

 

Una bruttissima sconfitta per la Juve che vede confermata la sentenza emessa dalla finale di Cardiff: il Real è davvero troppo forte. C’è ancora il ritorno, ma pare davvero una formalità per le merengues che si confermano come squadra da battere anche quest’anno.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *