0 1,2 Ml like su Facebook

MATCH REPORT: JUVENTUS – TORINO 4-0

@foto by Ansa.it

All’Allianz Stadium di Torino va in scena il primo derby della Mole stagionale, con Juventus e Torino chiamati a contendersi lo scettro di “padrone della città”.

Allegri opera ben 7 cambi rispetto alla formazione iniziale del turno infrasettimanale con la Fiorentina; il tecnico livornese si affida al 4-2-3-1 con Buffon in porta, Lichtsteiner, Benatia, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Pjanic e Matuidi a centrocampo col trio Cuadrado, Dybala, Douglas Costa dietro a Mandzukic.

Mihajlovic risponde schierando il Toro a specchio con Sirigu in porta, De Silvestri, Nkoulou, Lyanco e Ansaldi in difesa, Rincon e Baselli a centrocampo e Iago, Ljajic e Niang dietro Belotti.

La partita fin dalle prime fasi è un monologo bianconero; la squadra di Allegri in fase di possesso elude agevolmente il pressing granata e arriva facilmente alla conclusione. Il trio sudamericano formato da Douglas Costa, Dybala e Cuadrado si scambia spesso posizione non dando punti di riferimento alla retroguardia avversaria. In fase di non possesso il pressing bianconero è altissimo tanto che il Toro sbaglia spesso il passaggio in uscita. Proprio su una di queste situazioni arriva al 16° il gol del vantaggio bianconero con Pjanic e Matuidi che rubano palla sulla trequarti campo del Torino e Dybala che conclude splendidamente per l’1-0.

Poco meno di 10 minuti più tardi il Torino rimane in inferiorità numerica a causa del doppio giallo rimediato da Baselli in pochi minuti. Mihajlovic cambia e inserisce Acquah al posto di Iago schierandosi con un 4-3-2 con l’obiettivo di chiudere maggiormente gli spazi alla manovra della Juve.

I bianconeri tuttavia non rallentano e creano diverse occasioni in particolare con Cuadrado che è imprendibile.

Proprio su una giocata di Cuadrado arriva il secondo gol ad opera di Miralem Pjanic che al minuto 40 firma il 2-0 con un destro a giro di prima intenzione.

Finisce così un primo tempo dominato dai bianconeri.

Nella ripresa la pressione bianconera aumenta ancora e col passare dei minuti il Torino si rintana sempre di più nella propria area di rigore senza riuscire a uscirne.

La Juventus trova il gol prima con Alex Sandro al 57° e poi con Dybala al 91° chiudendo la partita sul 4-0.

Un match senza storia questo, con la Juve che per la prima volta in stagione gioca 90 minuti ad altissimo livello senza prendersi pause all’interno del match: quello che ne viene fuori è un vero spettacolo per i tifosi allo stadio e davanti alla tv.

Sicuramente il fatto che il Torino sia rimasto in dieci al 25° del primo tempo ha condizionato la gara, ma i granata ad onor del vero non hanno mai dato l’impressione di poter impensierire la porta juventina.

La prova del nove è attesa per mercoledi, quando allo Stadium arriverà l’Olympiakos per la seconda giornata del Group Stage della Champions League.

Rocco Pindilli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti