Articoli Rocco Pindilli

MATCH REPORT: JUVENTUS – TORINO 4-0

@foto by Ansa.it

All’Allianz Stadium di Torino va in scena il primo derby della Mole stagionale, con Juventus e Torino chiamati a contendersi lo scettro di “padrone della città”.

Allegri opera ben 7 cambi rispetto alla formazione iniziale del turno infrasettimanale con la Fiorentina; il tecnico livornese si affida al 4-2-3-1 con Buffon in porta, Lichtsteiner, Benatia, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Pjanic e Matuidi a centrocampo col trio Cuadrado, Dybala, Douglas Costa dietro a Mandzukic.

Mihajlovic risponde schierando il Toro a specchio con Sirigu in porta, De Silvestri, Nkoulou, Lyanco e Ansaldi in difesa, Rincon e Baselli a centrocampo e Iago, Ljajic e Niang dietro Belotti.

La partita fin dalle prime fasi è un monologo bianconero; la squadra di Allegri in fase di possesso elude agevolmente il pressing granata e arriva facilmente alla conclusione. Il trio sudamericano formato da Douglas Costa, Dybala e Cuadrado si scambia spesso posizione non dando punti di riferimento alla retroguardia avversaria. In fase di non possesso il pressing bianconero è altissimo tanto che il Toro sbaglia spesso il passaggio in uscita. Proprio su una di queste situazioni arriva al 16° il gol del vantaggio bianconero con Pjanic e Matuidi che rubano palla sulla trequarti campo del Torino e Dybala che conclude splendidamente per l’1-0.

Poco meno di 10 minuti più tardi il Torino rimane in inferiorità numerica a causa del doppio giallo rimediato da Baselli in pochi minuti. Mihajlovic cambia e inserisce Acquah al posto di Iago schierandosi con un 4-3-2 con l’obiettivo di chiudere maggiormente gli spazi alla manovra della Juve.

I bianconeri tuttavia non rallentano e creano diverse occasioni in particolare con Cuadrado che è imprendibile.

Proprio su una giocata di Cuadrado arriva il secondo gol ad opera di Miralem Pjanic che al minuto 40 firma il 2-0 con un destro a giro di prima intenzione.

Finisce così un primo tempo dominato dai bianconeri.

Nella ripresa la pressione bianconera aumenta ancora e col passare dei minuti il Torino si rintana sempre di più nella propria area di rigore senza riuscire a uscirne.

La Juventus trova il gol prima con Alex Sandro al 57° e poi con Dybala al 91° chiudendo la partita sul 4-0.

Un match senza storia questo, con la Juve che per la prima volta in stagione gioca 90 minuti ad altissimo livello senza prendersi pause all’interno del match: quello che ne viene fuori è un vero spettacolo per i tifosi allo stadio e davanti alla tv.

Sicuramente il fatto che il Torino sia rimasto in dieci al 25° del primo tempo ha condizionato la gara, ma i granata ad onor del vero non hanno mai dato l’impressione di poter impensierire la porta juventina.

La prova del nove è attesa per mercoledi, quando allo Stadium arriverà l’Olympiakos per la seconda giornata del Group Stage della Champions League.

Rocco Pindilli

Radio Rete
Radio di intrattenimento in onda 24 ore su 24 con una programmazione varia e interessante! Si tratta di musica, attualità, calcio, motori, videogames e tantissimi aneddoti dei nostri simpaticissimi e amatissimi speaker!
http://www.radiorete.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *