0 1,2 Ml like su Facebook

MATCH REPORT: CROTONE – JUVENTUS 0-2

@foto by Corriere.it

Allo stadio Ezio Scida di Crotone c’è il tutto esaurito per il recupero del match tra i calabresi e la Juventus.

Nicola si affida a un 4-4-2 a linee strettissime per cercare di contrastare i bianconeri, mentre Allegri ripropone l’ormai consolidato 4-2-3-1 facendo un po’ di tournover rispetto alla partita di domenica con l’Inter. Dani Alves, Rugani, Asamoah, Rincon e Pjaca giocano dal primo minuto al posto rispettivamente di Lichtsteiner, Chiellini, Alex Sandro, Pjanic e Cuadrado.

Il copione della partita è esattamente quello che ci si attendeva, ossia una Juve che comanda ampiamente il gioco (oltre il 70% del possesso palla nel primo tempo, fino a sfiorare l’80% a fine partita), ma nel primo tempo i ritmi sono bassi e il Crotone non ha particolari difficoltà a respingere gli attacchi della squadra di Allegri.

Il discorso cambia quando i calabresi devono ripartire. Non riescono infatti a tenere il pallone per più di 30 secondi, con la Juve brava a pressare e ritrovare il possesso palla.

Il primo tempo è sinceramente abbastanza brutto e si chiude con un sussulto nel finale, con la Juve vicina al gol.

Nel secondo tempo gli uomini di Allegri scendono in campo vogliosi di cambiare marcia e i risultati si vedono. Molti più tiri in porta e soprattutto risultato sbloccato al minuto numero 59, con Mario Mandzukic bravo a ribattere in porta da posizione defilata una respinta di Cordaz.

La partita si chiude poi abbastanza rapidamente, col raddoppio di Gonzalo Higuain, che sfrutta al meglio un bell’assist di Rincon al 74’.

La Juve domina il finale di partita, sfiorando anche il terzo gol con un tiro stupendo di Pjanic, che si stampa sulla traversa.

Finisce così una partita che la Juventus ha sempre avuto in mano, ma che a fine primo tempo sembrava potersi complicare un po’, se non altro perché il risultato non si sbloccava.

Dal punto di vista dello spettacolo non esattamente la più bella partita dell’anno ma si sa, lo spettacolo si fa in due.

Con la vittoria sul Crotone ora le partite giocate rispetto a Roma e Napoli sono le stesse e la classifica recita così: Juve a 57 punti, +7 sulla Roma e +9 sul Napoli. La missione dei bianconeri sarà quella di arrivare alla settimana di Porto-Juventus mantenendo lo stesso numero di punti sulle inseguitrici. Missione tutt’altro che impossibile visto il ruolino di marcia dei campioni d’Italia.

Rocco Pindilli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti