0 1,2 Ml like su Facebook

MATCH REPORT: BOLOGNA-JUVENTUS 1-2

foto by @eurosport.com

Nell’ultima giornata del campionato 2016/2017 di Serie A si affrontano Bologna e Juventus, senza particolari obiettivi ma con la voglia di chiudere in bellezza la stagione con gli obiettivi di campionato raggiunti da entrambe le squadre.

Allegri rivoluziona solo parzialmente la formazione che ha vinto lo scudetto domenica scorsa.

In porta fa il suo esordio il giovane Audero; difesa a 4 con Lichtsteiner, Barzagli, Benatia e Asamoah; a centrocampo ci sono il rientrante Khedira affiancato da Marchisio e i quattro in attacco sono Cuadrado, Dybala, Sturaro e Higuain.

Il Bologna risponde con un 4-1-4-1 con Da Costa in porta, Krafth, Gastaldello, Torosidis e Mbaye in difesa; Viviani dietro a Okwonkwo, Pulgar, Taider e Krejci a supporto dell’unica punta Destro.

Il primo tempo è giocato a ritmi molto blandi con qualche timido tentativo da parte delle due squadre di passare in vantaggio, ma soprattutto con la volontà di non farsi male e di non accendere una partita che sa molto di amichevole.

La Juventus cerca di tenere il possesso del pallone e quando lo fa nella sua metà campo il Bologna non oppone molta resistenza. I rossoblu stanno infatti dietro sperando che si creino spazi buoni per le ripartenze.

La ripresa invece inizia con ritmi più elevati e il gol di Taider (bellissimo) riaccende la Juve.

Le occasioni per trovare il pareggio non mancano e al minuto numero 70 Dybala riporta in parità il risultato ribattendo in porta una respinta di Da Costa.

Nel finale arriva anche la prima gioia per Kean (subentrato a Paulo Dybala) che batte il portiere del Bologna di testa.

Si conclude qui il campionato della Juventus, che ora si concentra esclusivamente sulla partita di sabato prossimo a Cardiff, quando contenderà la Champions League ai detentori del Real Madrid.

Per la squadra di Allegri sarà l’occasione per riscattare la sconfitta di Berlino del 2015, ma soprattutto di riportare a Torino una coppa che manca in bacheca dal 1996.

Come sponsorizzato negli ultimi tempi da un hashtag dai bianconeri, #itstime for Cardiff.

Rocco Pindilli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti